Philip

Qui è l’eleganza del soggetto che ha importanza perché si percepisce nonostante quello sia rivolto di spalle. Quattro sono gli indizi:
1) il cappello: se portato diversamente un cappello bianco su un uomo non avrebbe lo stesso effetto (anzi…)
2) la sagoma nera che il cappotto disegna, indice della postura elegante che ha assunto
3) la nuvoletta di fumo (ho dovuto aspettare che espirasse un po’ di volte prima di ottenere un risultato decente)
4) (il più importante) la mano destra, il dettaglio più a fuoco di tutti: da sola basterebbe per far intendere che ha in mano una sigaretta
Stava leggendo qualcosa a proposito di uno spettacolo di video-mapping 3D (proiezioni di immagini e filmati su superfici tridimensionali) sulla facciata del Parlamento della Bretagna a Rennes.
http://vimeo.com/45439588
Philip perché mi ricorda il personaggio che Humphrey Bogart interpreta in “Il grande sonno”:

Humphrey Bogart

Leave a Reply